Inondazione in Ungheria, 1947 © Werner Bischof / Magnum

L’uomo e il clima: dalla conoscenza del passato, le incertezze del futuro

In attesa dei dati definitivi, il 2017 va profilandosi come l’ennesimo anno eccezionale per il clima del pianeta, con una temperatura che facilmente avvicinerà i record toccati nell’ultimo biennio (circa 1°C oltre la media). Si tratta dell’ennesima conferma di una tendenza ormai consolidata: sedici delle diciassette annate più calde misurate dal 1880 a oggi si sono verificate dopo il 2001. Tale andamento riflette le forti alterazioni della composizione atmosferica derivanti dall’emissione di gas serra. Le concentrazioni di anidride carbonica, infatti, risultano oggi nettamente superiori a quelle dell’ultimo milione di anni. Alcuni effetti di “adattamento” dei sistemi naturali, come la violenta contrazione delle masse glaciali, sono sotto i nostri occhi, mentre meno facilmente misurabili e prevedibili risultano altre conseguenze, dirette e indirette, capaci di porre seri interrogativi sul futuro stesso della specie umana.

Relatore
Luca Bonardi, geografo, Dipartimento di Filosofia – Università Statale di Milano

Conferenza organizzata in collaborazione con GEA – associazione dei geografi.

Sto caricando la mappa ....

Data / Ora
13/11/2017
18:00 - 20:00

Luogo
Ex Macello

Categorie