meAmericano, nato a Tel Aviv nel 1967. Vive a Varsavia.

Dalla sua prima esposizione nel 1999, Michael Ackerman ha lasciato il segno portando un nuovo approccio radicale ed unico. Il suo lavoro su Varanasi, intitolato “End Time City” spazza via ogni sorta di esotismo o qualsiasi tentativo alla descrizione, mettendo in discussione il tempo e la morte con una libertà concessa da una certa distanza dalla panoramica. In bianco e nero, con il costante rischio che gli ha permesso di esplorare improbabili luci, gli permette di immagini sgranate per creare visioni enigmatiche.

Michael Ackerman cerca -e trova- nel mondo che attraversa, riflessi dei suoi personali malesseri, dubbi ed angosce.


Ha ricevuto il Nadar Award per il suo libro “End Time City” nel 1999, e l’Infinity Award for Young Photographer del International Center of Photography nel 1998.
Nel 2009 ha vinto lo SCAM Roger Pic Award per la sua serie “Departure, Poland”.

Il suo ultimo libro “Half Life” è stato pubblicato nel 2010 da Robert Delpire.

Viene rappresentato dalla Gallery VU’.