Everyday Climate Change

Ocean Rage
Novembre 11, 2017
Home
Ottobre 24, 2017

Amina Suleiman Gas, 45 stands amidst the carcasses of her dead animals, piled for burning outside the compound where she has lived for 10 years in Barwako village 20kms into the desert from Anaibo Town, central Somaliland. Last week she lost 18 of her animals, now she is left with 12. She sent most of her livestock west with her neighbor in November 2016 when the drought began to get worse and fears they have not survived. Barwako was a village of 100 families but 245 more have come in from the surrounding area because of the drought. Amina is a member of the Villlage Savings and Loans Association (VSLA) who have shared all their savings with the displaced families, now they have nothing left. "We shared everything with them," Amina says. At least 6.2 million people, more than half the population, need assistance after 4 consecutive seasons of failed rains over 3 years have left the region depleted of all its resources and experiencing a drought on a scale not seen since 1974. It is on the verge of famine. CARE International has helped over 300,000 people since the drought situation became critical in October 2016, 200,000 of which have received water assistance.

© Georgina Goodwin

EverydayClimateChange (ECC) è un progetto, nato da un’idea di James Whitlow Delano e portato avanti da oltre 30 fotografi provenienti da 6 continenti che lavorano nei 7 angoli del pianeta. Nato come un feed di Instagram per sensibilizzare l’attenzione sull’emergenza ambientale diffusa in ogni parte del mondo, ECC si è presto trasformato in una mostra itinerante che, in questa occasione, propone la più ampia selezione di fotografie tratte dal progetto mai esposta prima.

Partendo dall’assunto che la fotografia esprime al meglio la sua portata quando può comunicare significati profondi immortalando effetti transitori di fenomeni importanti, EverydayClimateChange intende presentare le prove visive che il cambiamento climatico non si verifica solamente in luoghi lontani, ma sta accadendo ovunque.
Nessun altro medium è in grado di rivelare verità innegabili come una macchina fotografica nella mani di qualcuno che comprende il suo potenziale.

ECC propone una visione diversificata del cambiamento climatico, gli autori aderiscono al progetto da ogni continente e hanno visioni differenti come differenti sono le culture in cui si sono formati. ECC presenta il lavoro di fotografi militanti che condividono una grande varietà di storie, contestualizzando non solo gli effetti delle emissioni dei gas serra sul nostro pianeta, ma le possibili soluzioni per attenuarne le conseguenze.

La Conferenza di Parigi sui Cambiamenti Climatici nel 2015 ha spostato questa emergenza in primo piano nell’agenda politica internazionale, lo stralcio dell’accordo da parte degli Stati Uniti, da poco confermato, ha sottolineato l’importanza e l’urgenza della questione.

Il ritmo del cambiamento climatico, se confrontato con il ciclo frenetico delle notizie, appare lento. I gas serra sono invisibili e rendono il fenomeno facile da ignorare. L’obiettivo di ECC e del suo costante feed su Instagram è mostrare come nessuno sia immune ai suoi effetti. Lo scopo principale, infatti, è raggiungere un pubblico molto più vasto di quello degli esperti o appassionati di fotografia e far emergere un interesse concreto per questo argomento anche al di fuori degli ambienti accademici, ECC vuole comunicare l’emergenza del cambiamento climatico a chi risentirà maggiormente delle relative conseguenze: in altre parole a tutti NOI.

EverydayClimateChange
mostra a cura di Photo Op
in collaborazione con James Whitlow Delano e Matilde Gattoni

Data / Ora
11/11/2017 - 19/11/2017
Consultare gli orari di apertura

Luogo
Ex Macello

Categorie


Accedi

Password dimenticata?

Creare un account?